CORREZIONE DEI RISCHI BITCOIN COME GLI ANALISTI METTONO IN GUARDIA DAL MERCATO AZIONARIO TRAPPOLA PER TORI

  • Il prezzo del Bitcoin è salito lunedì, quando i commercianti hanno eliminato le preoccupazioni per la crescente epidemia di COVID negli Stati Uniti.
  • L’attenzione si è spostata sulla Cina, dove l’indice composito di Shanghai ha chiuso al suo livello più alto dall’inizio del 2018.
  • Con l’impennata dei titoli cinesi, ha lasciato il mercato azionario statunitense in un’analoga vendita al rialzo. Tutti gli indici di Wall Street hanno chiuso al rialzo lunedì.
  • Il Bitcoin, che ha formato una correlazione positiva a breve termine con le azioni statunitensi, ha fatto registrare un’impennata su un’analoga richiesta.
  • Nel frattempo, importanti strateghi di Citi e Morgan Stanley consigliano agli investitori di rimanere cauti.

Bitcoin sta cercando di uscire dal suo modello di consolidamento, durato settimane, mentre i trader cercano di spingerlo nella direzione del mercato azionario statunitense.

La valuta di riferimento è salita del 2,96% a 9.343,31 dollari il lunedì. Il suo rimbalzo è apparso in linea con un simile movimento al rialzo nei principali indici di Wall Street. L’S&P 500, per esempio, è salito dell’1,59 per cento a 3.179,72, mentre i suoi pari, il Dow Jones e il Nasdaq Composite, sono saliti rispettivamente dell’1,78 per cento e del 2,21 per cento.

BITCOIN INCONTRA LA CINA

I guadagni in Bitcoin Evolution e a Wall Street sono emersi nonostante le crescenti preoccupazioni per la rinascita di casi COVID in alcune parti degli Stati Uniti. James Athey della Aberdeen Standard Investments, nel frattempo, ha osservato che gli investitori non si aspettano più „blocchi draconiani“. La loro attenzione si concentra maggiormente sulle notizie relative al vaccino COVID e ai trattamenti.

Ma il rally di lunedì attraverso il Bitcoin e il mercato azionario americano ha più a che fare con una ripresa da record in Cina.

Il giorno in questione, l’indice composito di Shanghai è salito del 5,7%, il livello più alto dall’inizio del 2018. L’impennata è apparsa dopo che i media statali hanno incoraggiato gli investitori ad andare al rialzo sulla ripresa economica post-COVID. I paesi con un’esposizione estrema alla Cina, tra cui gli Stati Uniti, hanno semplicemente seguito l’ascesa del Dragon.

TROPPO AVANTI RISPETTO ALLA REALTÀ

Il rally nel mercato azionario globale e nel mercato Bitcoin ha rallegrato gli investitori. Ma, allo stesso tempo, ha lasciato una serie di dubbi su cosa esattamente lo stia influenzando.

Gli storici della finanza hanno subito fatto riferimento all’encierro supersonico di Shanghai Composite nel 2015: le azioni sono cresciute di circa il 150 per cento sulle cheerleader dei media, per poi crollare in seguito del 32 per cento.

Thomas Gatley, un analista della Gavekal Research, ha osservato che l’impennata del mercato azionario cinese è emersa nonostante i deboli profitti industriali del trimestre precedente. Lo stratega di Citi, Robert Buckland, nel frattempo, ha avvertito che le azioni globali rimarranno bloccate nei prossimi 12 mesi, aggiungendo che gli investitori dovrebbero aspettare il prossimo crollo per entrare nel mercato.